progetto CENTOVALLI
Segreteria regionale
Home | Elenco progetti | Segreteria regionale | Parco dei mulini a Lionza | Ponte di Cratolo | Mulino di Palagnedra | Casa Tondù a Lionza | Sentiero dei bambini a Lionza | Antichi grotti di Ponte Brolla | Aggiornamenti

 
 
Creazione di una segreteria regionale e punto INFO
scheda 7.13 del progetto Centovalli
 
 

regione Centovalli

Descrizione del progetto
Creazione di una segreteria regionale al servizio degli enti coinvolti e gestione di uno sportello di informazioni turistiche per le Centovalli, il Pedemonte e l'Onsernone.
 

Enti promotori
Museo regionale delle Centovalli
segretariato RLVM-Centovalli
Associazione Pro Centovalli e Pedemonte
Associazione comuni circolo della Melezza
con il sostegno di
Ente turistico Lago Maggiore
Regione Locarnese e Vallemaggia

Il progetto è stato realizzato con il sostegno degli enti coinvolti, dell'Ente turistico Lago Maggiore e dell'Ente regionale di sviluppo per il Locarnese e Vallemaggia

Recapito:
Segreteria Centovalli
Casella postale
CH 6655 Intragna

Email: Museo regionale

Museo regionale delle Centovalli e Pedemonte

Pro Centovalli e Pedemonte

RLVM Centovalli

AssCom Centovalli

Info Point

 

 

“SEGRETERIA CENTOVALLI” - una struttura al servizio della regione  (bozza di lavoro in consultazione)

Premessa

A livello regionale, esistono principalmente quattro enti che operano in campi apparentemente diversi ma le cui mansioni sono direttamente collegate tra loro:

  • La Pro Centovalli e Pedemonte che opera nel campo del turismo ed è collegata all’Ente turistico Lago Maggiore;
  • L’Associazione dei comuni che coordina le attività dei comuni a livello regionale e collabora con la RLVM, Regione Locarnese e Vallemaggia;
  • Il Museo regionale, gestito da una fondazione nella quale sono rappresentati i comuni del circolo, che opera in campo culturale su mandato di prestazione del Cantone.
  • Il segretariato RLVM Centovalli istituito dalla Regione Locarnese e Vallemaggia con mandato al Museo regionale attraverso il suo curatore.

Nel corso degli anni, grazie al notevole impegno di questi enti, diverse iniziative si sono concretizzate; basti pensare alla capillare rete dei sentieri promossa dalla Pro Centovalli e Pedemonte, l’istituzione di un Ufficio tecnico intercomunale da parte dell’Associazione dei comuni, le molteplici iniziative proposte dal Museo nella propria sede o sul territorio o i diversi progetti promossi o sostenuti dalla segreteria RLVM per la sub regione (aiuti LIM). Tuttavia, se la realizzazione di queste importanti opere che hanno favorito il progresso della nostra regione ha potuto essere portata a termine, il futuro ci appare più che mai incerto. I tempi cambiano - stanno cambiando o sono già cambiati - purtroppo non sempre in meglio soprattutto per le zone periferiche: da un lato per la continua erosione di risorse esterne e dall’altro dalla mancanza di persone disposte ad assumersi incarichi pubblici. Per far fronte alle nuove sfide occorrono quindi nuovi modi di operare: potenziare le risorse esistenti, favorire il passaggio di importanti informazioni tra i diversi enti coinvolti e incrementare lo scambio reciproco di esperienze sui singoli progetti.

Alla luce di quanto espresso, per una gestione ottimale delle risorse esistenti e onde assicurare alla nostra regione gli strumenti indispensabili per affrontare con competenza ed efficienza le sfide del futuro, proponiamo la creazione di

una struttura dotata di segreteria al servizio di tutti gli enti che operano a livello regionale.

Questa realizzazione dovrebbe portare principalmente i seguenti vantaggi:

  • Un unico ente regionale cui fare riferimento con maggiore facilità e chiarezza per il cittadino; 
  • maggior coinvolgimento dei collaboratori attraverso la reintegrazione degli attuali membri dei diversi comitati nella nuova struttura;
  • maggior peso politico e istituzionale verso l'esterno quale unico partner riconosciuto;
  • migliore conoscenza delle problematiche regionali da parte di tutti i settori coinvolti con la possibilità di coordinare, potenziare e ottimizzare le risorse esistenti. Una segreteria regionale unificata

Una segreteria regionale unificata

Al fine di dotare gli enti coinvolti di una struttura amministrativa che permetta di rispondere con competenza e professionalità alle esigenze attuali e soprattutto alle sfide del futuro e sia in grado di promuovere e coordinare lo sviluppo della regione occorrerà, quale primo passo, procedere alla creazione di una segreteria regionale in grado di assumere le seguenti mansioni:

la segreteria del Museo regionale con l’espletazione di tutte le mansioni contabili e amministrative in modo da liberare il curatore di questi compiti il quale potrà così concentrarsi sulle attività proprie del Museo stesso (ricerca, allestimenti, progetti, programma d’attività, ecc.).

alla segreteria verrebbero pure affidati i lavori generali d’ufficio inerenti il segretariato RLVM Centovalli in particolare attraverso la consulenza sulle pratiche amministrative nella preparazione di progetti e la richiesta di finanziamenti. Anche in questo caso, alla segreteria RLVM verrebbe garantito un valido aiuto amministrativo consentendo così di portare avanti la realizzazione di nuovi progetti di sviluppo;

la gestione di uno sportello di informazioni turistiche che consenta di disporre di una documentazione completa e aggiornata sulle potenzialità della regione. Questo servizio già viene assunto dal Museo durante i normali di apertura, ossia al pomeriggio dalle 14°° alle 18°°; il segretariato potrebbe completare questo servizio;

la segreteria generale dell'associazione Pro Centovalli e Pedemonte;

la segreteria  dell’Associazione dei comuni;

la gestione di un unico sito Internet nel quale riunire tutte le risorse della regione e propagandare le varie offerte e servizi;

Le risorse disponibili

La Pro Centovalli e Pedemonte fondata nel 1938 quale partner della Pro Locarno, si compone di un comitato di 15 persone e contempla all'incirca 600 soci che compongono l'assemblea. Gli scopi dell'ente sono essenzialmente legati al settore turistico ma non dispone delle necessarie strutture per intraprendere iniziative di un certo impegno in quanto tutta la struttura si basa sul volontariato. Ciononostante, la Pro è riuscita a portare avanti un imponente lavoro nel campo dei sentieri la cui rete attuale costituisce il fiore all’occhiello per tutta la regione nell’offerta turistica. Dal 1° gennaio 2005 la gestione dei sentieri è stata rilevata dalla squadra di manutenzione dell’ente turistico Lago Maggiore. All’interno di questo ente sarebbe auspicabile la creazione di due nuovi gruppi di lavoro:

Promozione Turistica, per garantire agli ospiti la necessaria assistenza in loco e promuovere turisticamente la nostra regione;

Manifestazioni, per organizzare e sostenere manifestazioni ad ampio respiro e soprattutto coordinare le manifestazioni regionali.

L'Associazione dei comuni del circolo della Melezza, nata nel 1975 quale ente politico nell'ambito della Regione Locarnese e Vallemaggia, è retta da un comitato di 6 persone, tutti municipali nel comune che rappresentano, oltre al presidente; l'assemblea comprende tutti i municipali e i consiglieri comunali dei 6 comuni del circolo, oltre ai presidenti dell'assemblea di Borgnone e Palagnedra in quanto sprovvisti del consiglio comunale. Dal 1° gennaio 2004 la gestione dell'Ufficio tecnico intercomunale è stata rilevata dal comune di Cavigliano consentendo così all'associazione di occuparsi di altre tematiche più consone con i propri scopi.

Quale ulteriore ente regionale, entra in linea di conto il Museo regionale delle Centovalli e del Pedemonte: il suo particolare statuto di fondazione privata legata al Cantone rende difficile un suo coinvolgimento diretto. Il comitato si compone di 5 membri mentre nel consiglio di fondazione siedono 28 membri, compresi i delegati dei sei comuni, e degli enti regionali; oltre ai due già citati sopra, l'ente turistico Lago Maggiore e la Regione Locarnese e Vallemaggia. A differenza degli altri enti citati, il Museo dispone di un curatore a tempo pieno, oltre a due custodi, ciò che rappresenta di fatto l'unica struttura con personale alle proprie dipendenze.

Il Museo regionale, attraverso il suo curatore, gestisce il Segretariato RLVM Centovalli (Regione Locarnese e Vallemaggia) per la sub regione Centovalli. Dalla sua introduzione nel luglio del 2002, questa struttura ha contribuito in modo sostanziale a favorire la realizzazione di progetti di sviluppo per la regione, in particolare quelli contemplati nel Progetto Centovalli. Evidentemente, trattandosi di un impegno modesto, 4 ore settimanali, questo non permette di affrontare progetti di grossa entità. Inoltre, le iniziative intraprese e in parte contemplate nel progetto Centovalli si trovano ad interferire con altre strutture; in particolare quelle legate al turismo - di competenza della Pro Centovalli - che però non dispone delle necessarie strutture per occuparsi di queste problematiche.

 

Proposta di organizzazione del nuovo ente:

SEGRETERIA REGIONALE: segretaria/o a tempo parziale da stabilire in funzione dei compiti;

GRUPPO DI COORDINAMENTO: al fine di favorire lo scambio di informazioni tra i diversi enti e facilitare la coordinazione delle diverse attività, viene proposta la creazione di un gruppo di coordinamento il quale, pur non avendo potere decisionale diretto, garantisce la coordinazione tra i diversi enti coinvolti nell'operazione.

Proposta di organizzazione della segreteria

La segreteria, per ragioni pratiche e logistiche, viene gestita dal Museo regionale che mette a disposizione un impiegato/a idoneo alle mansioni richieste, gli spazi di lavoro e di riunione, gestisce tutte le pratiche amministrative, coordina le attività dei diversi enti a dipendenza delle esigenze dei singoli enti e garantisce la funzionalità del servizio.

NB. Da notare che nella fase iniziale, il servizio di informazioni turistiche al pomeriggio verrà assunto, come già avviene, dal Museo regionale durante i normali orari di apertura.

Marzo - ottobre: martedì-sabato, ore 9°° - 13°° (*)lunedì:  9°°- 13°°/14°°- 17°° (**)      

Novembre-febbraio: media 2 ore/giorno, orario da convenire (***)     

(*)    assicurare il servizio informazioni al mattino durante la chiusura del Museo

(**)   idem al lunedì, giorno di chiusura settimanale del Museo

(***) tempo di impiego da stabilire secondo necessità

Nota: Il Museo regionale, in quanto maggior fruitore del servizio, si assume tutti i costi inerenti il segretariato purché siano garantite le quote previste dal piano di finanziamento.

 

Conclusione

Se i concetti di fusione suscitano sempre più l'interesse degli amministratori comunali, a maggior ragione queste opportunità vanno affrontate anche e soprattutto per quanto riguarda gli enti regionali. In una regione di circa 3'500 abitanti risulta poco efficiente l'esistenza di tre enti diversi che si occupano di problematiche regionali per le quali è spesso difficile stabilirne i confini di competenza. La creazione di un unico ente regionale risulta ai nostri occhi come l'unica via percorribile per affrontare con competenza, efficienza e professionalità le sfide che ci attendono e che diventano ogni giorno più complesse e di difficile soluzione. Solo unendo le nostre forze potremo garantire un futuro dignitoso agli abitanti di questa regione troppo spesso dimenticata in quanto oggi più che mai il futuro dipende solo ed esclusivamente da quanto sapremo realizzare con le nostre forze.

m/m – febbraio 2005

 

mail to webmaster