Interventi da eseguire

- rilievo in scala dei canali
- sistemazione del percorso 
- segnaletica
- materiale cartaceo
- bucalettere
- scheda informativa
 
Preventivo di spesa:
Fr. 8'000.-

progetto CENTOVALLI
Sentiero dei bambini a Lionza
Home | Elenco progetti | Segreteria regionale | Parco dei mulini a Lionza | Ponte di Cratolo | Mulino di Palagnedra | Casa Tondý a Lionza | Sentiero dei bambini a Lionza | Antichi grotti di Ponte Brolla | Aggiornamenti

 
la storia raccontata ai bambini...
scheda 6.2

lavatoio pubblico con capretta bianca...

Per il presente progetto Ť attualmente in corso la raccolta dei fondi necessari alla sua realizzazione

Email: Museo regionale

Descrizione del progetto

Si tratta di un percorso particolarmente indicato per l'inserimento di un sentiero didattico per bambini, anche i piu' piccoli, per diversi motivi.
Innanzitutto la zona e' praticamente priva di pericoli e dalla piazza della chiesetta, i genitori o gli accompagnatori possono sorvegliare l'intero tragitto dei loro bambini.
Interessante soprattutto per la presenza di diversi punti ricchi di storia in una cornice di rara bellezza, cio' che permette ai piu' piccoli di avvicinarsi alla natura e alla cultura dei nostri paesi: seguendo l'ordine del percorso, meno di un chilometro, si parte dall'oratorio dedicato a Sant'Antonio, si scende alla cappella di Tesa, costruita dalla famiglia Tondu' nel '600, indi si risale ad ammirare il torchio a vite e il lavatoio del paese (al passaggio ci si puo imbattere in qualche capretta o pecorella).
Qualche decina di metri sul sentiero che porta al monte Saoree, e sulla sinistra si incontra il punto di scarico del rod (canale scavato nel terreno per deviare l'acqua piovana ai lati del paese) che si puo' percorrere fino al suo inizio, dove lo stesso si interseca con il secondo che scarica dall'altra parte del villaggio.
Sempre sotto l'occhio attento dei genitori, i piccoli escursionisti possono quindi ridiscendere verso il punto di partenza, passando a lato del seicentesco palazzo Tondu' dal nome della famiglia di spazzacamini che ebbe tanta fortuna nella zona di Parma.

torna alla pagina iniziale
 

mail to webmaster