Casa Tondł di Lionza
Presentazione
Home
Presentazione
Il progetto
Le destinazioni

click to zoom...

 

 Idee per il futuro”

progetto di riqualificazione di Casa Tondł a Lionza

La ricca storia del “Palazz” come viene familiarmente chiamata questa imponente costruzione che sorge appena sopra la chiesa, trae le sue origini all’inizio del Seicento quando Andrea Tondł, partito da Lionza per la stagione rimane vittima di un incidente mortale durante la pulizia di un camino nella zona di Parma. I suoi due figli di 7 e 13 anni, rimasti orfani, vengono adottati dalla ricca famiglia e diventano gli eredi di una immensa fortuna. Ritornano regolarmente a Lionza e da adulti, oltre a gestire l’attivitą di banchieri, provvedono alla costruzione del “Palazz” e diverse altre case, stalle e cappelle che mettono a disposizione della popolazione del paese.

Crescendo il ritmo dei loro impegni negli affari e non potendo pił ritornare regolarmente al paesello, i discendenti della famiglia, nel 1784, decidono di donare tutti i loro possedimenti ai terrieri di Lionza che costituiscono un legato a loro nome.

Il “Palazz” venne usato fino a non molti anni fa dai Terrieri come deposito agricolo per deporvi i loro prodotti.

Negli scorsi decenni, grazie a Pro Juventute e ad alcune donazioni importanti sono stati eseguiti diversi lavori di salvaguardia, in particolare il rifacimento della copertura in piode dei due corpi annessi allo stabile principale.

In tempi recenti, per ovviare all’evidente degrado del tempo e trovare una soluzione degna della sua ricca storia, i Terrieri hanno deciso di creare la Fondazione Casa Tondł di Lionza, nella quale, oltre al presidente Silvano Fiscalini, il vice presidente Giordano Fiscalini e il presidente del Legato Tondł, Mauro Maggetti, sono rappresentati il Comune di Borgnone e il Museo regionale delle Centovalli e del Pedemonte.

Alfine di trovare una soluzione globale in favore di tutta la comunitą, la Fondazione ha dato incarico allo studio d'architettura Urs Plank di Calezzo di elaborare un progetto che consenta di applicare un maggior numero di soluzioni possibili.

Il progetto prevede la creazione di una dozzina di monolocali, ognuno con servizi propri ed indipendenti, facilmente trasformabili a dipendenza delle necessitą, oltre ad alcuni locali comuni e di servizio.

Questi interventi, eseguiti nel rispetto dell’ambiente e della tradizione rurale, contribuiranno a ridare una vita dignitosa a questa struttura e favorire lo sviluppo di tutta la regione.

La realizzazione di questo ambizioso progetto potrą avvenire soltanto con l’aiuto e la partecipazione di quanti hanno a cuore il futuro dei nostri paesi e che ancora credono che anche una piccola comunitą delle nostre valli abbia diritto ad avere un futuro di speranza.

Il progetto

Le destinazioni

Centovalli Ticino